Skip to content

Consummatum est

15 dicembre 2010

Il governo ha guadagnato la fiducia.
Per carità, non ne faccio questione di traditori prezzolati: in fondo la Costituzione vieta il mandato imperativo, quindi ogni parlamentare è libero di votare come meglio crede, spinto da motivi nobili o venali. Certo a fronte del divieto del mandato imperativo l’elettore deve poi avere la possibilità di giudicarlo con un voto nel momento in cui  si presenta davanti al corpo elettorale a giustificare le sue azioni, ma la attuale legge elettorale, fascista come poche altre, non lo permette. Chiaro che la legge elettorale deve essere cambiata, a costo di rimetterci politicamente un braccio e una gamba!
Alti discorsi politici a parte però, mi chiedo se era veramente necessario aspettare 15 (XV, quindecim, quindici, fifteen, Fünfzehn!) giorni prima di votare la fiducia?
Da ieri infatti non riesco a smettere di pensare ad un proverbio dei miei luoghi natii, che in qualche modo riassume e forse anticipa Sun Tzu:

Quando ti muovi sii rapido come il vento, maestoso come la foresta, avido come il fuoco, incrollabile come la montagna.

Machiavelli:

Sapere nella guerra conoscere l’occasione e pigliarla, giova più che niuna altra cosa.

e von Clausewitz:

La sorpresa costituisce un mezzo per ottenere la superiorità numerica; ma è altresì un principio a sé , per i suoi effetti morali determinanti. Se riesce provoca nel nemico disordine e scoraggiamento […]
La sorpresa è alla base di tutte le imprese di guerra, anche di quelle difensive […]
Segreto e rapidità sono le basi della sorpresa.

Riassumendo:

Chi te’ ju turdu ‘mmani e nno’ ju pela, chi sa quanno recapita ‘a furtuna…

Annunci
2 commenti
  1. Belle queste citazioni dotte…specialmente l’ultima!

    Conosci il go?? Ecco un proverbietto per il futuro di questo goWernicolo: “Dai al tuo avversario quello che vuole”

    Avrebbero fatto meglio a votare tutti in blocco la fiducia…

    • Uh quante volte ho abboccato e quante volte ho perso a go… reversi (quindi non lo conosco)!

      Non sembrerebbe una strategia sbagliata: li fai venire tranquilli in parlamento sicuri e poi BAM! gli cali una sfiducia a sorpresa tra capo e collo… certo ci servirebbe una classe politica di antico e folto pelo sullo stomaco, di scuola Frattocchie (maanche democristiana dei-bei-tempi-che-furono) ma non se ne trovano tanti sul mercato (e quei pochi vengono dai più disprezzati)!

      Allo stato dei fatti questa strategia è proficuamente usata dal Caro Leader: Che te serve? Hai un mutuo, un’esposizione finanziaria critica, vòi scopa’? Ghe pensi mi! Tie’, godi! E votami la fiducia… 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: