Skip to content

L’educazione di un figlio II

19 gennaio 2011

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, anche se ti è concesso manovrare l’interruttore della luce, che a prima vista gli somiglia tanto ma, sappilo, non è una presa.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se quando ti tiro via da li esprimi rumorosamente tutto il tuo disappunto.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se quando ti tiro via da li esprimi rumorosamente tutto il tuo disappunto e ti contorci come un verme protendendoti con tutto il tuo essere e la tua volontà verso l’agognata preda.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se la presa è sicura e non si può fisicamente mettere un dito dentro.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se la presa è sicura, non si può fisicamente mettere un dito dentro e l’impianto è a norma.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se la presa è sicura, non si può fisicamente mettere un dito dentro, l’impianto è a norma e papà controlla sistematicamente il funzionamento del salvavita, sia con l’apposito pulsante che simulando un incidente, anche a costo della sua preziosa vita.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se la presa è sicura, non si può fisicamente mettere un dito dentro, l’impianto è a norma,  papà controlla sistematicamente il funzionamento del salvavita, sia con l’apposito pulsante che simulando un incidente, anche a costo della sua preziosa vita e metterà i copripresa spinto dall’ansia materna.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se la presa shucko, con quella sua forma tondeggiante e i due buchetti ha vagamente un aspetto antropomorfo.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se, avvicinando il dito, mi sorridi il tuo più dolce sorriso.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se, avvicinando il dito, mi sorridi il tuo più dolce sorriso  e fai no-no con la tua testolina.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche se, avvicinando il dito, mi sorridi il tuo più dolce sorriso, fai no-no con la tua testolina e mi lanci tanti dolci bacini.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche quando si gattona passandoci a fianco e allungando distrattamente la manina senza neanche fermarsi.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche quando si gattona passandoci a fianco, allungando distrattamente la manina senza neanche fermarsi e guardando di sottecchi il papà con la segreta speranza  che non stia guardando.

Cinghialotto,  Non si mettono le dita nella presa, neanche quando si gattona passandoci a fianco, allungando distrattamente la manina senza neanche fermarsi,  guardando di sottecchi il papà con la segreta speranza che non stia guardando e andando proprio a cercare quella particolare presa nascosta dietro la porta della cucina che tu, ottimisticamente, pensi di essere il solo a conoscere.

[ad libitum]

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: